Tecnologie immersive, VR, AR e Spatial Computing

Le capacità di calcolo che oggi abbiamo a disposizione permettono di creare esperienze di Virtual Reality e Augmented Reality estremamente coinvolgenti. Lo sviluppo di applicazioni VR e AR non mostra segni di interruzione e con l’introduzione sul mercato di nuovi modelli di smartglass ci troviamo al culmine di una rivoluzione tecnologica.

Le tecnologie immersive saranno il prossimo grande passo dopo il mobile computing.

Nonostante una parte importante della domanda di soluzioni immersive provenga oggi da settori legati al gaming, lo streaming di eventi live, il retail e l’intrattenimento, gli scenari e gli ambiti di applicazione sono molto più ampi.

 

L’importanza di implementare soluzioni AR, VR e Mixed Reality

Con il Team dell’Innovation Lab di Axians Italia ci confrontiamo costantemente con i clienti del retail, del manufacturing, dell’healthcare, con le amministrazioni locali per citare solo alcuni vertical: ambiti incredibilmente diversificati ma con un feedback comune. Tutti interessati a capire quali siano le potenzialità di queste tecnologie.

Le aziende vogliono comprendere l’importanza di implementare VR e AR. Nel corso degli ultimi decenni, aziende di tutte le forme e dimensioni hanno subito con successo cambiamenti che all’epoca erano considerati meteorici, come il passaggio dal fax all’e-mail o l’introduzione degli smartphone.

Oggi come allora, andare verso Virtual Reality e Augmented Reality è il passaggio naturale per rimanere competitivi. Queste tecnologie non cambieranno istantaneamente un settore. Pervaderanno gradualmente tutte le aziende fino al punto in cui il loro uso diventerà parte integrante della quotidianità. Nell’organizzazione, nella gestione, nell’operatività e nelle relazioni con il target.

Oggi il numero di applicazioni e implementazioni VR e AR di successo è ancora limitato perché le aziende non ne comprendono pienamente i vantaggi del loro utilizzo. Un utilizzo che farà di queste tecnologie le modalità primarie con cui interagiremo con il mondo digitale sia a livello produttivo e commerciale che personale. Un’affermazione forse audace ma in Axians Innovation Lab crediamo che il percorso sia già tracciato.

Difficile vederlo chiaramente in questo frangente ma non crediamo di sbagliarci se affermiamo che nell’arco di pochi anni, un decennio al massimo, indosseremo dispositivi che ci permetteranno in maniera trasparente di interagire con il mondo reale attraverso dispositivi più piccoli degli attuali smartglass e che con il supporto dell’intelligenza artificiale ci daranno tutta una serie di servizi e supporti senza nemmeno l’ausilio dello smartphone. E’ lo Spatial Computing e avrà la stessa portata epocale che ha avuto negli ultimi anni il Mobile Computing.

 

L’applicazione delle tecnologie immersive

Attualmente le tecnologie immersive sono maggiormente utilizzate in contesti come prototipazione, retail, healthcare solo per citarne alcuni.

Nella prototipazione, le tecnologie immersive hanno un grande potenziale per la riduzione dei costi. Consentono ai produttori di modellare e visualizzare con precisione il risultato finale di un prodotto, prima che entri nella produzione di prototipi. Ford ha introdotto attivamente la realtà virtuale nel processo di progettazione da circa 20 anni. Con l’introduzione della tecnologia delle cuffie Oculus Rift, l’azienda ha reso la realtà virtuale centrale nel suo processo di progettazione.

Altri esempi provengono dal comparto navale. Muoversi all’interno di un prototipo virtuale di una nave permettere agli ingegneri dislocati fisicamente in aree diverse del mondo di lavorare insieme come una squadra, riducendo i costi della logistica. Lo strumento di simulazione VR consente la produzione di un prototipo corrispondente perfettamente alla realtà prima di inviarlo alla produzione su vasta scala.

Nel campo sanitario invece, l’introduzione di tecnologie immersive ha un grande potenziale nel migliorare i servizi ai pazienti nell’ambito assistenziale. Ad esempio, in circa 100 ospedali negli Stati Uniti sono stati forniti ai giovani pazienti set di smartglass VR al fine di distrarli durante le procedure dolorose o invasive.

Nel settore del retail l’applicazione di AR, VR e Mixed Reality è estremamente promettente. Secondo Forbes, il tasso di soddisfazione del consumatore con l’uso di tecnologie immersive supera il 70%, il che rende estremamente impattanti e redditizie per i brand l’utilizzo di soluzioni che permettano ai consumatori di vivere in maniera coinvolgente l’esperienza di acquisto. Cosa ancora più importante sono gli aspetti legati alla costruzione di rapporti di empatia, relazioni di fiducia e di identificazione con i valori del brand attraverso il coinvolgimento emozionale ed immersivo che la VR e la Mixed Reality possono offrire.

E’ il momento di portare i brand nella nuova era della Customer Experience. Entrare nel mondo virtuale e affidarsi ad aziende che come Axians Italia con l’Innovation Lab investono nella ricerca, lo sviluppo, lo scouting, la creazione di format innovativi e coinvolgenti per fare della tecnologia immersiva un fattore abilitante nella Customer Journey per potenziare i vantaggi e il ritorno degli investimenti in digital innovation per il brand.

 

Daniele ROMEO
System Innovation Manager
Innovation Lab – Axians Italia